La nostra Storia

Oltre 80 anni di storia, passione e conquiste

Riscopri gli avvenimenti che hanno portato Fava ad essere il leader nel mercato della produzione industriale di pasta secca e couscous, attraverso questa time-line. Scoprirai che la nostra passione viene da lontano e perdura ancora. Tre generazioni della nostra famiglia si sono susseguite alla guida dell'azienda, mantenendo standard produttivi di altissima qualità. La partnership con i clienti e la Ricerca e sviluppo ci hanno portato a risultati sempre più prestigiosi.

Timeline

Scopri la nostra storia
 

1937

Da un’idea del fondatore, Augusto Fava, nasce nel 1937 il primo essiccatoio continuo per pasta corta: il trabatto, che apre le porte all’automazione dell’industria pastaria. Inizia da questo momento l’attività dell’azienda nella costruzione di impianti per pastifici. Ingegno, passione e innovazione, i valori che hanno contraddistinto fin dall’origine l’attività dell’azienda, portandola ai vertici del mercato mondiale.

 

1937-1950

Quando gli essiccatoi erano in legno. Reparto segheria e falegnameria nei capannoni dell’azienda.

 

1939

Il trabatto, primissima fase di essiccazione continua, sarà seguito dal Rotante. Questo essiccatoio sarà in grado di completare l’intero ciclo di essiccazione della pasta corta e diventerà la macchina più interessante di quel periodo. Più rotanti composti in batteria genereranno una linea completa.

 

1942

Dopo la pasta corta, il settore richiede anche l’automazione dell’essiccazione della pasta lunga. Il primo passo sarà determinato dal progetto di Augusto di un tunnel a movimento continuo dei carrelli porta pasta. Entrando da un lato, spinti da un sistema meccanico, gli spaghetti attraverseranno un percorso, incontrando le varie fasi di essiccazione, ed usciranno dalla parte opposta perfettamente essiccati.

 

1948

L’attività si sviluppa con grande rapidità ed Augusto sentirà la necessità di farsi affiancare dai fratelli Arturo e Lino che gli saranno di aiuto in ruoli di vitale importanza all’interno dell’azienda.

 

1949

Questa linea, la GPL 3P, rappresenta il vero progresso nella movimentazione della pasta lunga. Le canne si muovono in modo indipendente dai carrelli e seguono un percorso a 3 piani la cui meccanica, mediante dentiera, assicura il corretto spostamento delle pasta nelle diverse fasi di essiccazione.

 

1950

Questo è il momento della grande espansione mondiale ed Augusto si trasferisce in America per un lungo periodo allo scopo di contattare tutti i potenziali clienti di quella parte del mondo.

 

1951

GPL 5PV: questo è l’essiccatoio, a livello tecnico e tecnologico, più importante della fase iniziale della nostra storia. Una linea a sviluppo verticale che necessita di spazi ridotti in lunghezza, favorendo così l’installazione in quasi tutti gli stabilimenti esistenti. Il movimento è consolidato mediante un sistema brevettato a cremagliere che, per affidabilità, non ha uguali.

 

1952

Al prototipo GPL 5PV seguirà la costruzione in serie del modello definitivo GPL 5 PIANI di cui si doteranno tutti i pastifici più importanti del mondo.

 

1954

Ai formati tradizionali di pasta lunga e corta si sente la necessità di affiancare un metodo automatico anche per il trattamento dei formati speciali. Nasce così la GM, la prima linea a telai porta pasta caratterizzata dal movimento continuo mediante spintori che si afferma per la sua originalità ed efficienza.

 

1956

Enrico Fava, primogenito di Augusto, entra in azienda con funzioni tecniche, seguendo tutti i montaggi e i collaudi dei più importanti pastifici nel mondo, acquisendo sul campo tutte le competenze per affiancare il padre alla direzione tecnica.

 

Nello stesso anno viene presentato l’essiccatoio Teless, unica macchina al mondo che muove i nastri, in materiale sintetico, senza catene mediante rulli scanalati di piccolo diametro. Uno dei brevetti più brillanti dell’azienda. Soluzione ancora oggi utilizzata con successo.

 

1967

Enrico Fava durante la descrizione delle più grandi linee mai realizzate. Si tratta della sfida piu’ importante fino a quel momento, che porterà l’azienda ad acquisire un’esperienza tale da potere fronteggiare qualsiasi problema.

 

1972

Da un’intuizione di Enrico Fava, nasce il più importante trovato nel campo della produzione di pasta secca: l’essiccazione ad alta temperatura. La linea sarà definita ATR la cui tecnologia eliminerà la collosità della pasta, rendendola gradevole e maggiormente apprezzata in tutto il mondo. Un trovato che per 8 anni sará incontrastato

 

1973

Questa data segna il passaggio generazionale: a fianco di Enrico entrano, dopo la laurea, il fratello Gianni e il cugino Leonardo che si occuperanno rispettivamente dell’amministrazione e della direzione aziendale. Augusto lascia così in mano alla seconda generazione l’attività di famiglia dopo avere trasmesso tutti i valori e le competenze necessari alla migliore conduzione di un lavoro complesso ed appassionante.

 

1980

TCM - tappeti continui metallici. Un altro geniale brevetto che vede utilizzato un nuovo sistema di bandinelle fessurate applicate alle catene di trazione. Si tratta di una linea capace di fronteggiare qualsiasi diagramma di essiccazione per tutti i formati di pasta corta.

 

1989

Dopo la laurea in Economia e Commercio, Luigi Fava, entra in azienda, iniziando il percorso che lo porterà al ruolo di Amministratore Delegato e Direttore generale al fianco di suo padre Enrico, presidente.
 

Entra in produzione la linea di essiccazione per pasta lunga ITRG. La più longeva e performante delle linee Fava che si avvale di tutti i più importanti e funzionali ritrovati nel trattamento di questo formato.

 

1992

Il rotante metallico su albero conclude lo sviluppo tecnico di questo formidabile essiccatoio che ha accompagnato l’azienda Fava fin dalla sua nascita. Può essere usato a qualsiasi temperatura ed è perfetto per l’essiccazione di piccoli formati ed in particolare per l’essiccazione completa del cous cous.

 

1995

La società FAVA, essendosi concluso il rapporto durato quasi 60 anni di esclusiva commerciale con la M.G. Braibanti, da questo momento propone impianti completi per pastifici a tutto il mondo direttamente con il proprio marchio commerciale. Un nuovo assetto reso necessario per rispondere con efficacia al modificato panorama del mercato. Una sfida che la famiglia Fava affronterà con entusiasmo e carattere e con grande successo e soddisfazioni.

 

Sempre nel 1995 la società, in piena evoluzione tecnica e commerciale, acquisisce il 50% della Storci di Collecchio, gestita dal Sig. Anzio Storci insieme ai figli Michele e Simone. Con questa collaborazione Fava costruirà nuove presse, le più grandi ed innovative tali da permettere di realizzare le più potenti linee del mondo e conquistare la fiducia di tutte le aziende del settore.

 

1996

Viene progettata la nuova pressa Fava Fast 4000, la più potente del momento, dotata di un originale sistema di preimpasto Premix. Sarà presentata, l’anno seguente, alla Fiera Ipack-Ima di Milano riscuotendo un enorme successo a livello internazionale.

 

1997

FAVA consegna la più grande linea per pasta lunga mai realizzata al mondo. E' la GPL Meccatronic 6000.

 

1998

Viene introdotta, dopo un’ approfondita ricerca, una linea innovativa per produrre a livello industriale un cous-cous di eccezionale qualità. Il consumo di questo alimento, tipico dell’area mediterranea, è oggi in forte espansione.

 

1999

Nasce una nuova pressa con l’impasto gestito, nella prima fase, da un originale nastro di stabilizzazione, che restituisce una pasta molto più gialla e brillante.

 

2000

Il 2000 vede l'azienda impegnata nella progettazione di una linea per la produzione di pasta corta la cui potenzialità di 8000 Kg/h è doppia rispetto alla più grande del momento. Verrà presentata, con uno straordinario successo, alla Fiera internazionale di Milano Ipack – Ima 2000. Nello stesso anno viene anche introdotta sul mercato la GPL- ITRG 6000 a doppio movimento che darà grandissime soddisfazioni.

 

2001

Anche le linee per specialità, nidi e lasagne, subiscono un'importante trasformazione meccanica e tecnologica. Saranno in grado di produrre fino a 1200 kg/h di nidi e 400/600 Kg/h di lasagne.

 

2005

L’università di Ferrara riconosce ad Enrico Fava, con la Laurea “Honoris Causa” in Ingegneria Meccanica, l’apporto fondamentale nella ricerca per lo sviluppo del proprio settore e per il progresso economico del proprio territorio.

 

2010

Nel 2010, nel momento di massima espansione dei consumi di pasta nel mondo, la Fava spa esprime tutta la sua capacità inventiva con l’intuizione di un nuovo metodo di essiccazione che si avvale di una macchina con caratteristiche tecniche da renderla modulare, semplice da gestire ed economica nella manutenzione. L’essiccazione della pasta lunga passa dalle 6 ore tradizionali a 3 ore mediante un sistema di disidratazione accelerata ed una stabilizzazione rapida e controllata. Una vera rivoluzione! Il suo nome e’ GPL 180.

 

2012

Viene costruita la piu’ grande linea per pasta corta che si possa immaginare: 12.000 Kg/h !!

 

2015

La GPL 180, da 5 anni in funzione per i test con il prototipo, viene presentata ufficialmente alla Fiera specializzata Ipack–Ima 2015 di Milano, suscitando curiosità e ammirazione, tanto che sono state ordinate da allora 18 linee con produzioni comprese tra i 3000 e 6000 Kg/h.

 

2017

Festa grande! L’azienda Fava festeggia con il suo presidente Enrico Fava gli 80 anni di attività. In una splendida serata, organizzata dalla figlia Emanuela, l’AD Luigi Fava condurra’ gli ospiti a ripercorrere le tappe fondamentali della storia attraverso un suo sentito discorso e attraverso un’emozionante intervista al presidente Enrico Fava.

 
Fava S.p.A.
Lavora con noi curriculum@fava.it
Contatti
Indirizzo Via IV Novembre, 29 - 44042 Cento (FE) Italy
Telefono +39 051 6843411
Fax +39 051 6835740
E-mail info@fava.it
Legali
Partita iva 01080700386
Capitale sociale € 2.889.600,00
Codice SDI MZO2A0U